Le Perle Del Cuore ..:Dediche:..


Non inserite numeri telefonici o dati personali
*
Messaggio : *

Per piacere copia questo codice di sicurezza nel campo a destra : (Perchè questo?)


 
Visualizzare solo i messaggi contenenti le seguenti parole :

Messaggi : 91 --> 100
Pagina : 10
Numero di messaggi : 1547
 
il 28/10/2020 --> 20:23

ma poi, che ne puoi sapere tu, che sei il Vento.
Mi gira intorno, se ne va, mi viene vicino di nuovo, «perché non mi spieghi, ho tutto il tempo mi prende quasi la mano:.
Mi innervosisce la sua ostinazione, mi duole particolarmente trattare l’argomento: ma neanche dormendo ci si può rilassare?
Gli spiego in breve, dopo pochi minuti di riflessione, sperando che la finisca, una volta esaudito, di importunarmi: come mai sono così come sono, mi domando, a disagio in gran parte dei luoghi, sotto gran parte degli sguardi, in compagnia di tutti, anche in mezzo a degli sconosciuti.Dovresti imparare da me, io sono il Vento, e scivolo in tutti i posti, ovunque io desideri, sotto gli occhi di chiunque, tra chi già conosco e tra coloro che mai ho visto in vita mia: io vado, non importa dove, forte e sicuro, e continuo fino a dove posso arrivare, leggero di tutto.Lo sento come s’ingrandisce dinnanzi a me, fiero, avvolgendomi poi completamente: ed io intanto lo ammiro, vorrei essere così come lui.
È sul mio corpo, le sue labbra pronunciano queste parole vibrando sulla mia pelle, non so dove.Ma sai in quanti si sono lamentati perché ero troppo freddo, o troppo caldo, o perché ero secco, o magari troppo forte? Sai in quanti me l’hanno detto? E sì, io ero caldo, freddo, (continua)
 
il 28/10/2020 --> 19:39

Cari genitori vi ringrazio per l'amore che mi avete dato, mi mancate
tanto ma siete sempre nei miei pensieri e nel mio cuore.
 
il 28/10/2020 --> 19:21

a volte troppo irruente ed altre quasi assente… ma io andavo comunque, cantando addirittura, ignorando le critiche insulse di chi neanche si degnava d’ascoltarmi.
Mi dice tutto ciò con voce seria e gentile, consapevole di star svegliandomi da una condizione di sonnolenza. Poi non parla più. Il buio inizia a farsi meno denso, tra poco sarà l’alba: da lontano giunge un ticchettio costante, quasi impercettibile. Lo sento stringermi, sembra un addio.
Grazie per asserti fermato qui da me. dico, e per la prima volta credo di essere io a sfiorarlo.
Seil sole sussurra accarezzandomi di nuovo la guancia. Non sei tu ad essere in difetto, te lo dico io che sono il Vento, e ti dico che tornerò da te semmai dovessi trovarti con simili turbamenti: solo, tu presta attenzione alla finestra prima di addormentarti, e fammi entrare
Dade
 
il 24/10/2020 --> 19:55

Forse è piu' bello quando ci manca qualcuno,perchè resta la sensazzione di qualcosa di importante da proteggere.
La cosa difficile è quando non abbiamo nemmeno mancanze,quando nulla ci prende e colpisce e non c'è una persona speciale a cui pensare,si ascolta la musica solo per cantare,si sottolineano frasi che non puoi più dedicarle a nessuno.
 
il 24/10/2020 --> 19:44

Ma come può mancarti così tanto una persona che ha fatto a pezzi il tuo cuore?! Forse perché prima di distruggerlo è stata l'unica in grado di farlo battere... Tranquillo,con il tempo ti abitui all'assenza, non alla mancanza però... Sappi che nella mia mente non sei mai distante. Anche quando manchi, ci sei sempre. Ricordati che non sei solo di notte. Ci sono desideri che ti abbracciano, ricordi che ti accarezzano, mancanze che ti dormono vicino. Quindi puoi dormire tranquillo... BUONANOTTE
 
il 24/10/2020 --> 18:41

VOGLIO ADDORMENTARMI CON IL RICORDO DI LEI
In certi momenti ti mancherà così tanto da sentire un buco nello stomaco, profondo come un silenzio incolmabile
Ti accorgi di essere triste quando hai le cuffie con la musica accesa ma non l'ascolti perché ti perdi nei tuoi pensieri.
Ci penserà la vita a ricordarti di lei, a ricordarti che la felicità esisteva, ma tu avevi altro da fare.
Credo che mi manchi più di quanto io riesca ad ammettere a me stesso per primo e agli altri.
Credo che mi mancherai sempre, più del giusto, più di quanto voglia.
Le persone buone non sanno vendicarsi, ma la loro mancanza ti farà più male di una vendetta
E ammettilo che ti manca. Ammetti che ti manca lei in generale. Ti manca il suo profumo, i suoi sorrisi, quelli veri. Ti manca anche vederla incazzata, ti mancano i suoi modi di fare, ti mancano le sue labbra, le sue mani. Ti manca quando ti urlava contro e quando ti rideva in faccia.
Ammettilo che rimpiangi le volte in cui lei ti diceva “ti amo” e tu non le rispondevi. Adesso le avresti detto, anzi, le avresti detto quanto la ami prima che lo dicesse lei a te.
 
il 23/10/2020 --> 15:59

Che cosa bisogna fare?” domando’ il piccolo principe.
“Bisogna essere molto pazienti”, rispose la
volpe. “In principio tu ti sederai un po’ lontano
da me, cosi’, nell'erba. Io ti guardero’ con la
coda dell'occhio e tu non dirai nulla. Le parole
sono una fonte di malintesi. Ma ogni giorno tu
potrai sederti un po’ piu’ vicino…”

Sarebbe stato meglio ritornare alla stessa
ora", disse la volpe.
“Se tu vieni, per esempio, tutti i pomeriggi alle
quattro, dalle tre io comincero’ ad essere
felice. Col passare dell'ora aumentera’ la mia
felicita’. Quando saranno le quattro,
incomincero’ ad agitarmi e ad inquietarmi;
scopriro’ il prezzo della felicita’! Ma se tu vieni
non si sa quando, io non sapro’ mai a che ora
prepararmi il cuore… Ci vogliono i riti”.
“Che cos'e’ un rito?” disse il piccolo principe.
“Anche questa e’ una cosa da tempo
dimenticata”, disse la volpe. “E’ quello che fa
un giorno diverso dagli altri giorni,
 
il 22/10/2020 --> 19:09

Verrà un giorno in cui ti daró in pasto tutta la mia fragilitá solo per vedere cosa ne farai, e metteró alla prova me stesso, e te, e magari andrai nel panico o magari piangerai, oppure ancora scapperai. Ma a me non importerà più. Te la sbatterò in faccia, e non potrai farci niente, se non reagire e mostrarti per come sei tu davvero. Così finalmente sarò io il giudice della tua vita, e ti sentirai piccola, impotente, ti chiederai cosa fartene di un peso così grande.

Dade
 
il 22/10/2020 --> 17:13

Trenta giorni che ti ho perso
Quanto freddo in questa vita
Ma tu
Non mi hai cercato più
Troppa gente che mi chiede
Scava dentro la ferita
E in me
Non cicatrizzi mai
Faccio male anche a un amico
Che ogni sera è qui
Gli ho giurato di ascoltarlo
Ma tradisco lui e me
Perché quando tu sei ferito non sai mai
Se conviene più guarire
O affondare giù
Per sempre
Amore mio come farò
A rassegnarmi a vivere
E proprio io che ti amo
Ti sto implorando
Aiutami a distruggerti
Trenta giorni che ti ho perso
Mille lacrime cadute
Ed io
Inchiodata a te
Tutto e ancora più di tutto
Per cercare di scappare
Ho provato a disprezzarti
A tradirti a farmi male
Perché quando tu stai annegando non sai mai
Se conviene farsi forza
O lasciarsi andare giù
Nel mare…
 
il 22/10/2020 --> 15:53

C'è gente che crede di avermi messo a tacere solo perche' non rispondo alle loro provocazioni,ma forse non hanno capito che dove l'ignoranza parla l'intelligenza tace!!!
   
Messaggi : 91 --> 100
Pagina : 10
Numero di messaggi : 1547